BONUS MOBILI RINNOVATO A TUTTO IL 2019

L’articolo 1 comma 67 della Legge di Bilancio 2019 (L. 30 dicembre 2018, n. 145) ha previsto la proroga al 31 dicembre 2019 della detrazione del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia delle abitazioni e delle parti comuni degli edifici condominiali.

Contestualmente è stata confermata anche la proroga al 31 dicembre 2019 del BONUS MOBILI ed elettrodomentici, con le medesime caratteristiche e modalità di utilizzo.

Chi ristruttura il proprio immobile può dunque usufruire per un ulteriore anno di una detrazione Irpef del 50%, con un tetto di 10mila euro per unità immobiliare, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione.

N.B. Può beneficiare della detrazione chi acquista mobili ed elettrodomestici nuovi nel 2019 ed ha realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 1° gennaio 2018.

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina dedicata al bonus mobili all’interno del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Si ricorda che, dallo scorso novembre, coloro che effettuano interventi edilizi e tecnologici che comportano un risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili, tra i quali l’acquisto di elettrodomestici in classe energetica A+ o A per i forni, dovranno trasmettere i dati dell’intervento all’Enea entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori, del collaudo o dell’acquisto.

Per acquisti di eletrodomestici effettuati nel 2019 la comunicazione andrà fatta sul nuovo portale dedicato che l’Enea metterà a breve online. L’attuale portale ristrutturazioni2018.enea.it può essere utilizzato esclusivamente per le comunicazioni relative ad acquisti effettuati nel 2018.

“Il rinnovo del Bonus Mobili e delle altre agevolazioni per la casa non era per nulla scontato – sottolinea il Presidente di Federmobili Mauro Mamoli. Per ottenere questo risultato si è reso necessario un lavoro congiunto – Federmobili Confcommercio e FederlegnoArredo – fatto di incontri, spiegazioni, relazioni, dati sui risultati ottenuti negli anni precedenti, statistiche di settore e tutto quanto fosse utile a far comprendere alla Politica la bontà di un provvedimento che, se non confermato, avrebbe rischiato di “paralizzare” un settore e tutto l’indotto che lo circonda. Un grazie, dunque, a chi, nel Governo e nel Parlamento, ha compreso l’importanza delle agevolazioni fiscali legate alla casa”.

Bonus mobili e bonus ristrutturazione 2019

Il bonus mobili e il bonus ristrutturazione, sono due bonus strettamente collegati tra di loro, in quanto il primo non può essere fruito in assenza del secondo. Cosa significa esattamente? Che il bonus mobili 2019 può essere fruito solo se si sono effettuati dei lavori di ristrutturazione nell’immobile oggetto di agevolazione.
Per cui se effettuo nel mio appartamento interventi agevolabili con il bonus ristrutturazione 2019, ad esempio se faccio eseguire interventi di:
manutenzione straordinaria o ordinaria; di restauro o di risanamento conservativo; di ristrutturazione edilizia o di ricostruzione, posso acquistare dei nuovi arredi, mobili ed elettrodomestici e detrarmi anche il 50% delle spese per acquistare i nuovi mobili.
Questo perché il bonus mobili si somma al bonus ristrutturazione con detrazione al 50% per un massimo di spesa pari a 96.000 euro, sempre da ripartire in 10 anni. Si ricorda inoltre che la normativa prevede che si ha diritto al bonus mobili 2019 se la ristrutturazione inizia nel 2018 ma non richiede che ci sia un collegamento fra i mobili e l’ambiente ristrutturato, per cui posso ristrutturare il salone e cambiare i mobili e i grandi elettrodomestici della cucina e del bagno.

Bonus Mobili 2019 requisiti

Quali sono i requisiti bonus mobili 2019? La normativa prevede il diritto a fruire del bonus mobili nel 2019 se si rispettano i seguenti requisiti bonus mobili:

  • Il bonus mobili è riconosciuto SOLO a chi ha eseguito lavori di ristrutturazione edile rientranti tra quelli agevolabili dal bonus ristrutturazioni;
  • I lavori di ristrutturazione della singola unità immobiliare o sulle parti comuni condominiali, devono iniziare nel 2018 e le spese dei mobili nel 2019;
  • Il bonus mobili spetta ai contribuenti residenti in Italia o all’estero purché assoggettati all’Irpef o all’Ires;
  • Il diritto a fruire della detrazione mobili al 50% è anche in presenza di un compromesso o contratto preliminare qualora regolarmente registrato;
  • Il bonus mobili per essere fruito occorre che la detrazione totale spettante, sia divisa in 10 quote di pari importo da detrarre in dichiarazione dei dichiarazione, una per ogni anno a partire dall’anno successivo a quello di effettuazione della spesa. Se la spesa quindi è sostenuta nel 2019, la prima quota si dichiara nel 2020;
  • Il pagamento bonus mobili 2019, deve avvenire con bonifico parlante, bonifico ordinario o carta di credito/debito.

Bonus mobili 2019: per quali spese spetta?

Le spese ammessa alla detrazione 50% del bonus mobili sono:

  • Mobili;
  • Grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni);
  • Arredi: come ad esempio letti, armadi, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, arredo bagno, comodini, divani, poltrone, materassi, illuminazione in quanto costituiscono un necessario completamento dell’arredo.
  • Arredi condominio: guardiole, appartamento del portiere, ecc.
  • Il bonus mobili 2019 non spetta se si acquistano, invece: porte; pavimenti come il parquet; tende e tendaggi ecc.
  • Per quel che riguarda il bonus mobili ed elettrodomestici 2019, occorre ricordare che sono agevolabili le spese per acquistare grandi elettrodomestici dotati di etichetta energetica: di classe A+ o superiore; di classe A o superiore per i forni, Nel bonus elettrodomestici 2019, rientrano le spese per acquistare: frigoriferi e congelatori; lavatrici e asciugatrici; lavastoviglie; apparecchi di cottura, forni e piastre riscaldanti elettriche. Altresì sono agevolabili con il bonus mobili 2019, anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni, purché pagate tramite bonifico parlante.
Al momento siamo chiusi.
Info Contatti
via Mottola km2, zona industriale
+390804856519
+393911543991